Castelli

Minitour dei Castelli di Matilde

Oggi vi propongo un mini tour dei Castelli di Matilde di Canossa, quelli più vicini alla zona dove abito e a cui sono maggiormente legata. Visiteremo tre castelli, Bianello, Rossena e ovviamente Canossa: un viaggio ideale per giovani cavalieri e per future contesse!

Se arrivate in autostrada l’uscita non potrà che essere Terre di Canossa: siete già entrati nel mondo della contessa Matilde, una donna tra le più potenti della sua epoca, Vice -Regina d’Italia e vicaria imperiale.

Il primo Castello che vi propongo di visitare è quello di Bianello. l’unico sopravvissuto delle Quattro Castella che danno il nome al comune e che un tempo si trovavano sulle colline attorno al paese attuale. Si racconta che Matilde amasse molto questo maniero, dove risiedeva frequentemente  e dove venne ospitato Enrico IV, durante la famosa umiliazione di Canossa, prima dell’incontro del 1077 con il Papa.

Lasciata la macchina nel parcheggio seguite l’ampio sentiero in mezzo al bosco che vi porterà al Castello (circa 800 metri) . La salita non è ripida e, con una sosta o due, adatta anche a bambini di due o tre anni.

La visita al castello, però, prevede scale, gradini ed ambienti in cui non è possibile l’accesso a carrozzine o passeggini. : il mio consiglio è di mettervi i più piccoli in fascia oppure in miei tai e riuscirete a godervi la visita!Per gruppi di bambini e ragazzi da 1 a 15 anni il castello propone giochi, laboratori, animazioni, percorsi motori e sensoriali. Già all’inizio della salita, nel parco che circonda il castello, i bambini incontrano dame, fate cavalieri e streghe che li accompagnano a scoprire le mille avventure che si nascondono tra le mura del Bianello.

Il mio bimbo si ricorda ancora a memoria il giuramento del cavaliere fatto proprio nel prato davanti al Castello, ma anche l’emozionante incontro con la contessa Matilde in persona nella bellissima sala da ballo, per non parlare dei vari giochi medievali!

E se dovesse venirvi fame potrete scegliere tra un gustoso pic-nic nella Corte degli Ulivi (a 100 metri dal castello), oppure gustare i piatti del Ristorante Il Bianello.

Lasciata Quattro Castella ci dirigiamo verso il Castello di Rossena, che si trova nel Comune di Canossa. Lungo la strada, poco prima del Castello, vi consiglio di fermarvi a visitare la Torre di Rossenella, da cui si gode una bellissima vista delle colline che la circondano ed in particolare dell’Oasi naturale di Campotrera.

Anche a Rossena si deve salire a piedi, percorso breve, con un tratto un po’ ripido, ma fattibile anche con bambini piccoli e passeggini. Arrivati in cima alla collina troverete un giardino o meglio una terrazza-giardino, da cui potrete ammirare un vasto panorama, ma anche sedervi sull’erba o sulle comode panchine!

Il Castello di Rossena è conservato molto bene e la visita permette di salire e scendere lungo torrioni, scalette, sale affrescate: come avrete capito qui i passeggini non sono utilizzabili, ma abbiamo sempre l’opzione fascia o mei tai, ricordate?

Per un’esperienza da veri cavalieri al Castello di Rossena si può anche restare a dormire: il castello, infatti, è un ostello, con stanze spartane, ma decisamente suggestive.

Scendendo dal Castello vi consiglio di visitare anche il Borgo di Rossena, delizioso con le sue bellissime case in pietra e i cortili che riservano bellissime sorprese. L’ultimo cortile, quello del Forno antico, è del Signor Rossi, alpino, ciclista, appassionato di natura, che vi incanterà con le sue storie e la sua stanza dei ricordi (sci in legno compresi).

E mentre lasciate il borgo, circa di fronte all’ultima casa, cercate sulla sinistra un’apertura nella roccia: sentite l’aria fredda? Arriva direttamente dalle segrete del castello…..

Per pranzare vi consiglio di tornare verso la torre di Rossenella e fermarvi all’Agriturismo il Melograno di Matilde , dove i bambini troveranno animali ed un parco giochi e che è anche b&b.

Lasciando alla vostra sinistra il Castello di Rossena proseguite lungo la bella strada che, dopo qualche curva, vi porterà al Castello di Canossa.

Siamo arrivati nel luogo simbolo, il castello di Matilde, quello dove Enrico IV ha aspettato per giorni, scalzo e nella neve che il Papa gli togliesse la scomunica. Purtroppo oggi di quel castello non rimane molto, ma l’atmosfera a Canossa è davvero magica, come potranno raccontarvi le guide e gli abitanti della zona.  Il castello ha subito infatti, nel corso dei secoli, numerosi assalti, che, insieme alle frane, hanno lasciato soltanto qualche mura del periodo medievale.

Ruderi o non ruderi è qui che ha vissuto Matilde ed è da qui che governava su di un territorio esteso dal Veronese all’alto Lazio, dal Tirreno all’Adriatico. Vale la pena raggiungere la cima della Rocca seguendo il comodo sentiero per godere di un bellissimo panorama, ma anche per calpestare il terreno dove anche Matilde ha camminato, tanti secoli fa.

All’interno del Museo Nazionale, realizzato vicino alle vecchie pareti del castello, sono raccolti numerosi reperti recuperati che riusciranno a darvi un’idea di quello che doveva essere il castello ai tempi della contessa. Nel fornitissimo book- shop troverete molti libri che raccontano ai vostri bambini la sua storia

Istruzioni per l’uso

Castello di Bianello (Quattro Castella)

Per prenotare l’attività con i bimbi : Anni Magici tel. 345-2323835 max.ghirardini@alice.it (costi da concordare)
Per una visita guidata più “classica”:  info@ideanatura.net. In questo caso biglietto d’ingresso adulti: 5 Euro, i bimbi fino a 12 anni non pagano

www.bianello.it

Castello di Rossena (Canossa)
Tel. 0522.878974 – 366.8969303
e-mail: associazionematilde@libero.it

Castello di Canossa (Canossa)
Associazione Matilde di Canossa
Via Località Rossena, 27, 42026 Canossa RE
Tel 0522 877104 – 366.8969303
e-mail: info@castellodicanossa.com

www.castellodicanossa.com

Per ulteriori informazioni

http://www.appenninoreggiano.it/matilde-di-canossa.asp?lang=it

 

13 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *